Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Per non far apparire più questo avviso clicca su "Ho letto"

GLI ISTITUTI

Identità e storia dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri di Rodi Garganico

La storia del nostro Istituto è iniziata pionieristicamente nei primi anni 70 con l’avvio della sezione Commercio. Nell’anno scolastico 1973-74 è stata poi istituita la sezione Geometri.
Nel difficile esordio la nostra Scuola ha potuto contare sul sostegno dell’I.T.C. “A. Fraccacreta” di San Severo, di cui era sezione staccata.
Il 1 ottobre 1976 l’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri ha iniziato il suo cammino di autonomia, a seguito del decreto ministeriale n. 1110.
Nel 1982 il Consiglio di Istituto ha deliberato l’intitolazione della nostra scuola al magistrato Mauro Del Giudice, di cui vuole riprendere la coerenza e l’impegno umano e civile da trasmettere alle nuove generazioni, insieme alle competenze nel campo aziendale e del patrimonio immobiliare.
Dal 1986 l’Istituto si è trasferito nella nuova sede che ha consentito di avvalersi di locali capaci di ospitare laboratori e aule speciali, punto di riferimento nell’area garganica.
Il 14 maggio 2005 è stato inaugurato l’Auditorium intitolato al preside Filippo Fiorentino, eminente figura culturale del territorio, che ha contribuito alla crescita del nostro Istituto.

Situazione scolastica e contesto socio-economico

Considerata la prevalenza di attività legate al settore del terziario e del turismo, il nostro Istituto fornisce la preparazione e le competenze, anche attraverso progetti specifici, a tanti giovani per l’inserimento nel campo della consulenza commerciale-finanziaria e in quello paesaggistico-ambientale.
Tutto ciò è stato raggiunto nonostante le difficoltà determinate dal contesto socio-culturale privo di stimoli e risorse che determina a volte nei giovani di oggi atteggiamenti poco collaborativi e di disinteresse: problematiche che impegnano il nostro Istituto ad elaborare strategie mirate al superamento di tali punti di debolezza.

Identità e Storia dell’Istituto Professionale per l’Industria, l’Artigianato, Abbigliamento e Moda di  Ischitella

Risale al 1961 la nascita  dell’ I.P.S.I.A. di Ischitella, come sezione staccata di Lucera,  a  seguito  della lungimirante   intuizione e   della   coraggiosa   opera   di educatori locali (da ricordare con affetto i proff. Laganella e Santucci) che hanno ravvisato nell’istruzione professionale l’occasione più opportuna per la formazione di giovani capaci di affrontare il futuro in continua evoluzione ed il mondo del lavoro sempre più specializzato.
Gli esordi sono caratterizzati da grandi difficoltà nel reperimento dei locali. Nel 1971 l’Istituto trovava ospitalità in un’ala della Scuola Media Statale “Marconi”.
Intanto il numero degli iscritti era aumentato e si iniziava a discutere di una probabile sede definitiva e dell’autonomia.
Nel 1977/78 dal Ministero della Pubblica Istruzione giungeva l’autorizzazione per l’istituzione del Biennio Post-Qualifica con la IV e V classe, per il conseguimento del Diploma di Maturità per Tecnico delle Industrie Elettriche ed Elettroniche.
Rimanevano i problemi dei locali e solo negli anni ’80 si giunse alla progettazione del nuovo edificio. La nuova costruzione iniziò nel 1985 e finalmente nel 1998 la nuova sede dell’IPSIA accoglie gli alunni e il personale della scuola.
Nell’anno scolastico 2000-2001 è stato istituito il Corso Moda e Abbigliamento, consentendo al nostro Istituto di diventare un punto di riferimento anche per le alunne del nostro territorio, che attraverso l’acquisizione di competenze nel settore della moda e dell’abbigliamento, consentiva loro di trovare un qualificato impiego lavorativo nel settore terziaro.

Situazione scolastica e contesto socio-economico

Di grande rilievo è stata la funzione educativa e formativa che l’ I.P.S.I.A. ha svolto nel territorio garganico, per una serie di motivi che si sono sedimentati e consolidati nel corso della sua storia . Esso ha dedicato sempre una grande attenzione ai problemi del “recupero degli svantaggi”, che interessano in particolare gli alunni iscritti alle prime classi, ma ha anche dimostrato una grande sensibilità ed ha messo in atto strategie didattiche fondate sull’ “arte dell’incoraggiamento”, sia per contenere i fenomeni della dispersione, sia per motivare al successo scolastico.
L’ Istituto Professionale è la scuola che nel sistema scolastico italiano ha adeguato i propri programmi alle esigenze  e alle richieste del mondo produttivo; è la scuola dove lo studio teorico è sempre connesso alle esercitazioni pratiche e dove bisogna “sapere” e soprattutto “saper fare” per “saper essere”.